Carte: addebiti doppi o non autorizzati sull'estratto conto bancario

Se sull'estratto della carta noti un addebito per un tentativo di deposito rifiutato o un doppio addebito per una stessa transazione, potrebbe trattarsi di un addebito di preautorizzazione richiesto dall'ente emittente della carta.

Che cos'è un addebito di preautorizzazione?

Quando effettui un deposito, l'ente emittente della tua carta richiederà per prima cosa un addebito di preautorizzazione, in modo da assicurarsi che tu abbia fondi sufficienti a effettuare la transazione.

Questi addebiti possono essere previsti in caso di transazioni rifiutate o approvate (sotto forma di doppio addebito). Una volta approvato un deposito, la somma viene addebitata sul saldo della tua carta, ma potresti notare un secondo addebito della stessa cifra sul tuo estratto conto bancario. Questo secondo addebito fa riferimento ai fondi inizialmente messi da parte per l'addebito di preautorizzazione. Questi fondi dovrebbero essere restituiti automaticamente entro 10 giorni lavorativi, lasciandoti con un solo addebito per ogni deposito.

A seconda dell'ente emittente della carta, gli addebiti di preautorizzazione vengono in genere restituiti automaticamente entro 10-30 giorni lavorativi. Contatta la tua banca o l'ente emittente della tua carta per maggiori informazioni sui termini di restituzione dei fondi trattenuti.

Cosa devo fare per recuperare i miei fondi?

Se continui a visualizzare l'addebito sull'estratto conto della tua carta trascorsi 10 giorni lavorativi dalla transazione respinta:

  • inviaci uno screenshot o una foto digitale dell'estratto conto della tua carta.
  • Assicurati che l'estratto mostri l'addebito non autorizzato e tutte le transazioni, a partire da quel giorno fino alla data di emissione dell'estratto.

Se l'addebito fa riferimento a un addebito doppio per una stessa transazione e viene ancora visualizzato sul tuo estratto conto bancario 10 giorni dopo la data dell'addebito iniziale:

  1. contatta l'ente emittente della carta e verifica che la transazione sia stata elaborata.
  2. In caso affermativo, richiedi il 'Numero di riferimento dell'acquirente (ARN)' per quella transazione.
  3. Inviaci il numero di riferimento (ARN) assieme a una copia scansionata o uno screenshot del tuo estratto conto bancario. L'estratto conto deve mostrare tutte le transazioni a partire dal giorno precedente l'addebito iniziale fino alla data di emissione dell'estratto.

Una volta ricevute queste informazioni, potremo indagare sulla questione tramite il nostro gestore dei pagamenti.

Ti ricordiamo che, se non sono trascorsi 10 giorni lavorativi, non potremo avviare un'indagine con il nostro gestore di pagamenti.

Se continui a riscontrare problemi per effettuare depositi con la tua carta, ti consigliamo di selezionare un altro metodo di pagamento tra quelli disponibili nella Cassa.

Importante:

se il tuo estratto conto bancario mostra il numero del conto o della carta per intero, modifica l'immagine in maniera da occultarlo prima di inviarcelo. In caso contrario, non potremo elaborare il documento e saremo costretti a cancellarlo. Esempio.

  • Per i numeri delle carte, sostituisci con asterischi tutti i caratteri tranne i primi sei e gli ultimi quattro (ad es. 444444******4444).
  • Per tutte le altre cifre, sostituisci con asterischi i caratteri tranne il primo e gli ultimi quattro (ad es. 7*****7777).
  • Per gli IBAN, sostituisci con asterischi tutti i caratteri tranne le prime due lettere e gli ultimi quattro numeri (ad es. XX******************1234).

Feedback

Hai trovato la risposta che cercavi in questo articolo?

Articoli correlati